- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

lunedì 26 dicembre 2011

Auguri di un collaboratore di questo sito

Il prof. Cosmo Tridente, collaboratore di questo sito, mi ha pregato di pubblicare quanto segue, ed io volentieri esaudisco il suo gentile desiderio.

In una gelida serata di dicembre ho sentito echeggiare il canto natalizio “Mezzanotte” da un gruppo di giovani che così cantavano:

Buon anno a chi sognando insegue una chimera,

a chi nel cuore non ha speranza alcuna,

stringiamoci la mano ad uno ad uno,

buon anno, buona fortuna.

Sì, è un augurio che quei cantori rivolgevano a tutti, giovani, famiglie, anziani, che si troveranno in difficoltà con i sacrifici chiesti dalla manovra salva-Italia. Sembra che tutti i problemi legati alla persona (disoccupazione giovanile, mancanza di lavoro, pensioni insufficienti, impoverimento, tasse, ecc.) siano causati dalla crisi, dallo spread che sale e scende, dal pil, dagli scudi fiscali, dai bond tedeschi, dai bot italiani. Ecco allora che a volte ci si nasconde ipocritamente in frasi di questo tipo: ci sarà un futuro migliore. Mai questa frase è stata la più pessimistica della storia! Determina l’alba di una sconfitta generazionale.

Allora buon anno a tutti i molfettesi, amanti delle tradizioni, che si apprestano ad affrontare un futuro assai incerto per il 2012. In particolare, desidero dire: grazie di cuore a te Franco che per sei anni hai servito con lodevole impegno l’Arciconfraternita della Morte nella tua veste di Priore e che ora mantieni viva la tradizione della Settimana Santa gestendo il tuo encomiabile sito. Dopo una sofferta vacatio, nel 2012 subentrerà, infatti, la nuova Amministrazione del Sodalizio, eletta recentemente.

Prof. Cosmo Tridente

martedì 20 dicembre 2011

Online il sito sulla CHIESA DELLA SS. TRINITA' vulgo "S. Anna" - Molfetta

E' online da oggi il sito sulla Chiesa della SS. Trinità di Molfetta, meglio conosciuta come Chiesa di S. Anna, per la presenza in essa della sacra immagine della mamma di Maria a cui sono molto devote le partorienti che la invocano come loro protettice, sia durante la gravidanza che dopo, raccomandandole i loro bambini.



Il sito si chiama appunto

CHIESA DELLA SS. TRINITA' vulgo "S. Anna"

(http://chiesasstrinita.blogspot.com)

Webmaster del sito è il dott. Francesco Stanzione al quale ha affidato l' incarico di realizzarlo don Nunzio Palmiotti, rettore della Chiesa, che nel corso di ormai più di 25 anni ha non solo fatto restaurare l' edificio sacro, ma lo ha oltremodo abbellito nella maniera che visitando il sito stesso si può rilevare.

* Testo e foto a cura del dott. Francesco Stanzione.

mercoledì 14 dicembre 2011

Presepio, che passione!

Premesso che una mia grande passione, oltre alla Settimana Santa, è il presepe ... con grande piacere pubblico questo servizio fotografico su quello che, a mio parere, è il più bel presepe di Molfetta, di gran lunga superiore ai tanti che qualche terracottaio locale spaccia per opere d'arte, allestendoli in giro per la città per mero scopo di lucro.
Caratteristica di questo presepe è il ciclo circadiano, ottenuto con un sofisticato effetto di luci.
Pubblico altresì un comunicato degli autori, i coniugi Teresa e Giovanni de Pinto che ringrazio per la loro considerazione nei miei confronti.




Siamo due coniugi, Teresa e Giovanni de Pinto, che sin dal primo anno di matrimonio si sono sempre trovati daccordo nel perpetuare una vecchia e sempre nuova tradizione di famiglia: non è Natale se in casa non c' è il presepe!
E così ogni anno, nel periodo prenatalizio, si andava per mercatini in cerca di personaggi nuovi, di foggia e materiali diversi che arricchivano ed ingrandivano sempre più il nostro presepe che, a differenza di molti altri presepi, era ed è di tipo palestinese, con personaggi in movimento e le quattro fasi del giorno. Cinque anni fa circa, alcuni amici rimasero talmente estasiati davanti al nostro presepe che ci chiesero di esporlo al pubblico. Nacque allora, grazie all' adesione di vari amici, l' Associazione Culturale "Mani in ... opera" con sede in via Forno 15, con lo scopo di progettare e realizzare il presepe.
E da quell' anno, ogni anno, a Natale, tanti molfettesi aspettano con gioia di vedere il presepe!
Da quest' anno, a grande richiesta, il nostro presepe diventa permanente; potrà essere visitato, quindi, non solo nel periodo natalizio, ma in qualsiasi periodo dell' anno, naturalmente su richiesta, rivolgendosi al presidente sig. de Pinto Giovanni (tel. 338/4174681 - ore pasti).




* Testo e foto a cura del dott. Francesco Stanzione.