- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

giovedì 8 aprile 2010

L' uscita dei miei sogni ...

Pubblico volentieri la foto dell' uscita della processione dei Misteri, scattata dal mio carissimo amico Giuseppe Marino de Robertis, in quanto corrisponde esattamente a come io, da ragazzo, immaginavo nella mia fantasia l' uscita di Cristo Morto.
.
.
Sono nato il 18 novembre 1955 ("sulla muraglia") e proprio la Pasqua di quell' anno vide per l' ultima volta l' uscita notturna dei Misteri e della Pietà.
Ho vissuto fino al 1988 con un' unico desiderio: rivedere l' uscita di Cristo Morto nuovamente alle 4,00 del mattino e (cosa che non tutti sanno, al di là delle motivazioni ufficiali) ci facemmo promettere (il mio amico dott. Mimmo Casamassima ed io) prima della elezione a priore del prof. Mauro Massari, che se lo avessimo aiutato a farlo eleggere a S. Stefano, egli si sarebbe prodigato per realizzare il nostro desiderio; mantenne la promessa.
Questa foto, come dicevo all' inizio di questo post, raffigura esattamente "l' uscita dei miei sogni" ... bellissima ... al di là degli aspetti negativi messi in risalto da alcune strumentali denunce fomentate da persone che, essendo anche confratelli di S. Stefano, stanno gettando benzina sul fuoco.
Massimo rispetto per quella parte di popolazione che non condivide l' uscita notturna per diversi motivi, tutti rispettabili ... ma massima disapprovazione per quei confratelli di S. Stefano che anonimamente (ma si sa chi sono) fomentano questioni che alla fin fine offuscano solo l' immagine di quello che è in realtà un venerabile e rispettabilissimo Sodalizio.
.
Chi desidera vedere questa bellissima foto ad alta risoluzione, può cliccare sull' immagine presente nel capitolo dedicato a La processione dei Misteri o del Venerdì Santo, presente sul sito La mia Settimana Santa.
.
* Testo a cura del dott. Franco Stanzione.
* Foto di Giuseppe Marino de Robertis.

2 commenti:

Leon69 ha detto...

Anche a me piace molto l'uscita dei misteri all'alba, è molto suggestiva. Purtroppo negli ultimi tempi è rimasta solo la suggestione, infatti molti "fedeli" si ritrovano davanti alla chiesa di S.Stefano solo per passare la notte fuori, insomma per fare tutto ciò che non dovrebbe essere consentito mentre davanti passa la processione di Cristo morto e non una sfilata di moda. Vendo sporadicamente a Molfetta nonostante sia nato lì, ma quest'anno in particolare sono rimasto veramente esterefatto dalla cafonaggine che vi regna.Non c'è rispetto di nulla. Uscita dei misteri all' alba...bello, ma dopo? IL DESERTO! L'altra cosa che non mi è piaciuta è il protrarsi del rientro alle 14,20...ma stiamo scherzando??? Io, oggi, onestamente preferisco che la processione si faccia nel pomeriggio.
Un particolare che riguarda però la processione del sabato santo: ho visto l'impegno della confraternita della morte nel far recitare il rosario a confratelli di altre congregazioni, ma ho visto pure confratelli che deridevano chi si affannava a fare una cosa che dovrebbe essere normale in una processione di questo tipo. Sono molto dispiaciuto.

Franco Stanzione - Molfetta ha detto...

Il giudizio del lettore fa male ma è la verità; purtroppo Molfetta negli ultimi anni si è molto imbarbarita e non continuo perchè ci sarebbe molto da dire al riguardo.
Mi fa piacere che si noti la impostazione che ho dato alle processioni della Morte nei sei anni della mia Amministrazione, che si è notata anche quest' anno, pur nella difficoltà della gestione commissariale.
Ciò lo si deve soprattutto a don Francesco, il padre spirituale e al buon senso di don Ignazio che ha condotto le cose alla stessa maniera in cui gli hanno riferito che avrei fatto io.
Mi si permetta ... in barba a quella "gente" che in questi giorni si sta divertendo a denigrare il mio lavoro sui giornali.