- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

martedì 5 maggio 2009

10 aprile 2009 - La "mia" processione del Venerdì Santo

Molti miei amici confratelli di S. Stefano mi fanno osservare che dedico poco spazio su questo sito all' Arciconfraternita dal Sacco Rosso.
Il motivo è semplicissimo ... questo sito si chiama "La mia Settimana Santa" perchè esprimo come vivo "io" e non altri questo periodo quindi, essendo io attualmente il Priore dell' Arciconfraternita della Morte, mi pare ovvio che "vivendo" nel Purgatorio ed affacciandomi a S. Stefano solo poche volte (con mio grande rammarico) non sto dedicando molto di me a questa Arciconfraternita, che pure porto nel cuore allo stessissimo modo della Morte; ... i doveri istituzionali vengono prima di ogni altra cosa.
.
Voglio perciò concludere la mia rassegna fotografica della Settimana Santa 2009 con un piccolo reportage su alcuni momenti della processione del Venerdì Santo, a cura appunto dell' Arciconfraternita di S. Stefano, da me vissuti in prima persona in quanto, dopo ben tre anni, ho nuovamente indossato il "sacco rosso" ed ho partecipato alla processione.
E' stato un mio dovere (ma naturalmente piacere) verso Cristo Morto in quanto, da quest' anno, ho ripreso a partecipare alla Bussola (non è una bella cosa che si partecipi alla Bussola e non alla processione); ma anche un omaggio al mio da lunghissima data amico Stefano de Palma, attuale Priore di S. Stefano, che mi ha onorato di farmi nuovamente cantare la settima Lezione dell' Ufficio delle Tenebre, cosa che ho fatto fino al 1994 e che, grazie alla cattiveria di una persona, non mi è stato fino ad ora permesso perchè non più invitato.
.
Ho visto l' uscita dei Misteri mescolato tra la folla e, subito dopo il transito della processione dalla Chiesa del Purgatorio, ho indossato dopo tre anni quell' abito tanto amato.
E' stato bellissimo vedere il Cristo Morto con alle spalle la splendida scenografia del Sepolcro dell' Arciconfraternita della Morte, realizzato dalla mia Amministrazione, grazie al nostro carissimo ex economo Lorenzo Pisani.
.

.
Ma ad accogliere degnamente il mio ritorno tra le file dei confratelli di S. Stefano ci ha pensato il caso, facendo scendere una nebbia che ha creato intorno alla processione una atmosfera quasi surreale e che è durata per tutto il tratto del Borgo ...
.

.
... e della banchina S. Domenico; semplicemente una favola!!!
.

.
... E siamo in piazza Cappuccini ... dove mi si intravede nei pressi del Cristo Morto.
.

.
In via Margherita di Savoia , affacciato al balcone di casa, vi era Giovanni de Candia, per me una specie di padre putativo che, confratello di S. Stefano e della Morte, mi fece nel lontanissimo 1972 il regalo di farmi andare sotto l' Addolorata per la prima volta; avevo poco più di 16 anni.
.
.
Sempre in via Margherita di Savoia mi hanno immortalato con due carissimi amici, ideologicamente molto vicini nel concepire poeticamente la Settimana Santa e S. Stefano: l' avv. Marcello Magarelli ed il dott. Mimmo Casamassima.
.

.
Infine, come omaggio ad un portatore della ritirata di quest' anno, Pinuccio de Gennaro, uno dei miei più sinceri e disinteressati amici, concludo questo reportage con una foto che lo vede sotto Cristo Morto (avanti), vicino al Purgatorio. Io sono sui gradini del Purgatorio con il cappotto verde, dopo essermi spogliato del camice di S. Stefano, in quanto non mi sembrava opportuno che il Priore della Morte passasse davanti alla sede della sua confraternita con l' abito di un' altra ... io la penso così ...
.
.
* Testo di Franco Stanzione.
* Reportage fotografico a cura di Hobby Foto - Molfetta.

4 commenti:

Lucia Mozzillo ha detto...

Non mi era mai capitato di vedere la processione con la nebbia. Ha conferito alla processione un effetto suggestivo davvero incredibile. Non lo dimenticherò mai.

Franco Stanzione - Molfetta ha detto...

.... seeee ..... e allora se tu fossi esistita nel 1971 ed avessi visto la discesa alle ore 23,00 circa dei Misteri dalla villa, con una nebbia che non si vedeva da una statua all' altra, che avresti detto? Ci stavi ancora a pensare!!! Fu una cosa da favola veramente. Bellissimo!!!!

Lucia Mozzillo ha detto...

Davvero? Allora quello che ho visto quest'anno non è stato il primo fenomeno di nebbia...ce ne stato un altro ancor più bello. Mannaccia, che mi sono persa!!! Probabilmente non ci sono foto di quel momento in giro...peccato perchè mi sarebbe proprio piaciute vederle.

Danny ha detto...

Diciamo che quella di quest'anno è stata la prima volta con una nebbia "mattutina"... ;-)