- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

giovedì 26 marzo 2009

La Settimana Santa a Domusnovas - 3^ parte (provincia di Carbonia - Iglesias)

A cura di Roberto Soru.
.
Il Mercoledì Santo per l’occasione della Via Crucis, dai giovani vengono portati gli stendardi delle 15 stazioni della Via crucis.
Il Giovedì Santo: dal 1998 la confraternita ha confezionato degli abiti da far indossare ai ragazzi che fanno la “lavanda dei piedi”; questo anche per un fatto di ordine. La confraternita, anche perchè alcuni di noi fanno parte del coro giovanile, partecipa con la fascia azzurra.
La notte, dopo la veglia di preghiera, c’è la cerimonia più intima della Confraternita: la crocifissione.
Dal 1987, per motivi di lavoro dei Priori, si decise di non preparare la croce la mattina del Venerdì Santo, (perché il tutto distraeva chi entrava a pregare) ma la notte prima. Ora è diventato qualcosa di molto spirituale. La Chiesa viene chiusa. A questa cerimonia possono partecipare solamente i confratelli e i quattro che faranno il giorno dopo i Giudei. Un telo enorme poi, copre la facciata dell’altare Maggiore.
Il Venerdì Santo: la mattina dalla Parrocchia partono l’Ecce Homo (realizzato nel 2007), la Madonna Addolorata, con le guardie romane, la Veronica, la confraternita che indossa la mozzetta rossa e per l’occasione il cappuccio in testa (Su Cuccuddu), il tamburo e i fedelissimi umili “babballottis”.
.








.
La processione breve, arriva alla Chiesa di S. Barbara dove c’è già esposto l’immenso Crocifero realizzato tra il 2001/2002 da un’artista di Domusnovas.
Dopo la liturgia dell’ora media, composta dal Beato pontefice Giovanni XXIII, segue la processione del Crocifero.
.

.
Appena portato fuori dalla Chiesa di S. Barbara, la Veronica asciuga il volto del Cristo.
.

.
Arrivati nella Chiesa Parrocchiale, calato il telo bianco si osserva in silenzio la scena del calvario.
Il pomeriggio nella chiesetta di S. Barbara si prepara le lettiga.
.

.
La notte un piccolo corteo con la confraternita e varie figure parte per la chiesa di S. Ignazio, dove con il parroco di detta parrocchia si parte con la Madonna Addolorata in abito a lutto per arrivare alla Parrocchia del B.V. Assunta dove avviene come da tradizione la deposizione. La processione che segue, già dagli anni ’80 è stata allungata rispetto alla tradizione.
Il Sabato Santo (i confratelli e i giudei ormai a pezzi) alle 7.00 del mattino in forma privata si porta la statua di Gesù Risorto nel Salone parrocchiale per prepararla per la Veglia.

Poi si mette a posto tutto in chiesa e si espone la Madonna Addolorata (titolare) con ai piedi il Gesù deposto (però non la statua utilizzata il Venerdì precedente, ma quella esposta nell’urna tutto l’anno).
Esposti i simboli della passione.
Da tradizione Domusnovese, viene messa sul capo della Madonna, la corona di spine.
La notte al’intonazione del Gloria dopo tre colpi forti al portone, entra la statua di Gesù Risorto portato dai Giudei e seguito dalla Confraternita.
Il giorno dopo avviene “S’Incontru”.
.

Dopo “S’Incontru” abbiamo ormai riscontrato che noi confratelli soffriamo di depressione “POST – PASQUA”.
Poiché non esistono fonti attendibili, e poiché per il momento non abbiamo deciso diversamente, le statue di Gesù Risorto e la Madonna rimangono esposte per 15 giorni, dopo di che vengono nascoste fino alla Pasqua successiva.

.
La confraternita deve ancora crescere. Alcune volte vorremmo fare, fare, ma poi ci rendiamo conto che pur curando dei riti plurisecolari, la nostra realtà è nuova, è giovane per cui non possiamo pretendere di avere una chiesetta tutta nostra, o avere libri e libri di memoriali.

Un po’ se a Dio piacerà, le cose cresceranno con chi verrà dopo noi.

N.B. : Le foto sono riferite alla Settimana Santa 2008.

* Testo e foto di Roberto Soru.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Un commento anche se di parte lo metto io.....Ringrazio a nome di tutta la Confraternita della Madonna Addolorata di Domusnovas, l'amico Priore Dott. Franco Stanzione che pubblicando in tre parti "La Settimana Santa di Domusnovas", ha permesso che la nostra realtà facesse capolino tra le grandi manifestazioni Pugliesi. Un Abbraccio Fraterno.
Roberto Soru