- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

mercoledì 25 marzo 2009

Comunicato Stampa sulla Settimana Santa di Caltanissetta

Ho ricevuto dal mio carissimo amico Gianni Taibi, Presidente Onorario della Real Maestranza di Caltanissetta, il seguente comunicato stampa che volentieri pubblico.
.
Settimana Santa, Caltanissetta come Popayan
LA PASSIONE DEI “CHIQUITOS” NISSENI
Dopo mezzo secolo “La Pietà” verrà portata a spalla dai ragazzi delle scuole
.
.
Caltanissetta e Popayan, custodi di antiche culture e tradizioni liturgiche. Il “cuore di Sicilia” come l’anima religiosa della Colombia, unite dalla “passione” della Settimana Santa: una processione che illuminerà di gioia e speranza le vie del centro cittadino nisseno dal 5 al 12 aprile 2009, quest’anno – con il patrocinio della provincia di Caltanissetta presieduta da Pino Federico - ancora più intensa e ricca di iniziative nel nome della fede e delle tradizioni, così come fortemente voluto dal Vescovo Sua Eccellenza Monsignor Mario Russotto.
In occasione di uno dei momenti più attesi – la processione delle “Varicedde” del mercoledì santo (8 aprile, alle ore 20.00) – dopo mezzo secolo di storia religiosa, le vie del centro storico di Caltanissetta abbracceranno quelle dell’America Latina, grazie all’accordo siglato da Mons. Giovanni Lanzafame, assistente spirituale della Confraternita de "Las Aguas" di Siviglia con Felipe Velasco, presidente Giunta di Governo pro-Semana Santa di Popayan. La processione dei Piccoli Gruppi sacri, infatti, sarà affiancata dai ragazzi delle scuole medie, che per la prima volta, proprio come i “chiquitos”, porteranno in spalla una delle varicedde simbolo della processione: “La Pietà” della famiglia Lo Dico - opera del maestro Salvatore Emma risalente al 1924 - una delle 19 scene dei momenti più intensi della Passione di Gesù, realizzate in terracotta, legno e cartapesta.
.
.
Si tratta delle miniature fedeli delle Vare grandi, volute all’inizio del secolo dai giovani apprendisti dei mastri artigiani, impegnati nella realizzazione delle opere maggiori. La piccola opera d’arte di oltre 100 chili, verrà sorretta da 12 giovani, lungo il percorso che coinvolge tutti i fedeli e i migliaia di turisti che per l’occasione si ritroveranno nella provincia siciliana della fede per lanciare un messaggio di pace.
Stamattina l’incontro per definire le modalità della processione tra il Provveditore agli Studi di Caltanissetta Antonio Gruttadauria, i rappresentanti della Real Maestranza (presidente onorario Gianni Taibi), dell’Associazione Piccoli Gruppi sacri (presidente Nicola Spena) e delle scuole medie coinvolte: “Pietro Leone”, “Luigi Capuana”, e “Rosso di San Secondo”. Un progetto triennale che ha l’obiettivo di coinvolgere tutte gli istituti scolastici per ritornare alle antiche tradizioni, voluto dall’assessore provinciale al Turismo Fabiano Lomonaco, alla Cultura Pietro Milano e dall’assessore comunale alla Cultura prof. Fiorella Falci.
«È un’importante occasione di riscatto per la città di Caltanissetta – afferma l’assessore provinciale al turismo Fabiano Lomonaco - in cui la speranza e il futuro rappresentati dai giovani si uniscono alla ricchezza del nostro patrimonio storico e folcloristico. La manifestazione della Settimana Santa oggi è un volano importante di sviluppo turistico, una preziosa risorsa per il nostro territorio. La Pasqua più intensa di Sicilia quest’anno vede la Settimana Santa nissena al centro di un “triangolo della fede”, nato grazie al gemellaggio con Spagna e Colombia. La lontananza geografica è così azzerata dalla vicinanza della cultura popolare e religiosa, rievocando l’usanza religiosa di Popayan, con i celebri “chiquitos” oggetto di ammirazione e stupore di migliaia di spettatori, si riaccende l’essenza di Caltanissetta». Nell’intento di avvicinare la storia e le tradizioni della città alle nuove generazioni, domenica 29 marzo alle ore 9.30 le dieci storiche categorie della Real Maestranza si recheranno in Corso Umberto per l’iniziativa “artigiani all’opera”, una dimostrazione pratica delle loro attività che coinvolgerà direttamente gli studenti delle scuole.


Per tutti coloro che volessero partecipare all’evento, saranno disponibili convenzioni con gli alberghi di Caltanissetta.


Catania 24 marzo 2009 U.S.
.
* Comunicato stampa a cura di I PRESS

Nessun commento: