- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

sabato 26 aprile 2008

Gemellaggio dell' Arciconfraternita della Morte con la Arciconfraternita del SS. Crocifisso e Monte dei Morti di Sessa Aurunca - 2^ parte

25 aprile 2008 - L' Arciconfraternita del SS. Crocifisso a Molfetta

Ieri sera si è svolta, presso la Chiesa del Purgatorio, la prima fase del gemellaggio tra l' Arciconfraternita della Morte di Molfetta e l' Arciconfraternita del SS. Crocifisso e Monte dei Morti di Sessa aurunca (Caserta).
Una delegazione di confratelli Sessani è giunta sin dalla mattina a Molfetta e, accompagnata dal Priore della Morte, ha visitato alcune siti artistici della nostra città quali il Duomo, la Chiesa della Morte e, naturalmente, tanto per restare in tema, la Chiesa di S. Stefano e le bellissime statue dei Cinque Misteri.
Colgo l' occasione per ringraziare l' Amministrazione di S. Stefano per la squisita ospitalità.
In serata quindi, si è svolta l' annunciata Conferenza sui Riti della Quaresima e della Settimana Santa a Sessa Aurunca.
Relatore ed operatore video, giacchè sono stati proiettati alcuni filmati, è stato l' Avv. Pasquale Ago.
In apertura il Priore dell' Arciconfraternita della Morte ha salutato i presenti e ringraziato i confratelli Sessani per la loro visita, passando subito dopo la parola al Priore dell' Arciconfraternita del SS. Crocifisso, il dott. Luigi Tommasino.
.



Tra il pubblico presente nell' occasione c' erano anche il mio carissimo amico e confratello Sen. Antonio Azzollini, al quale auguro di cuore che da lunedì prossimo sia nuovamente Sindaco di Molfetta ...
.

... e gli amici dell' Arciconfraternita di Maria S.S. Addolorata di Andria, con il loro Padre Spirituale don Giannicola Agresti.




Dopo ha rivolto il suo saluto anche il Padre Spirituale della Morte, don Francesco Gadaleta ...



... e quindi l' Avv. Pasquale Ago ha iniziato a relazionare.




La conferenza è stata interrotta dal canto della seconda Lamentazione del Profeta Geremia, che si canta durante l' Ufficio delle Tenebre a Sessa Aurunca, in maniera moltro diversa da come viene cantata in S. Stefano a Molfetta.



Poi tre confratelli hanno cantato il Miserere, secondo l' antica usanza Sessana.






Poco prima della conclusione, il Priore del SS. Crocifisso ha fatto dono al Priore della Morte di una riproduzione plastica artigianale della processione dei Misteri di Sessa Aurunca.




C' è stata infine la gradita sorpresa del canto del "De profundis" e di alcune strofe del Settenario dell' Addolorata, secondo la tradizione popolare molfettese che ha voluto, in un certo senso, essere il miglior modo per salutare i nostri ospiti.


Il Priore della Morte quindi, ha salutato e ringraziato tutti i presenti, dando appuntamento agli amici di Sessa Aurunca per il 1° maggio, quando una delegazione di Molfetta ricambierà la visita ed il Priore della Morte terrà in quella sede una conferenza sulle tradizioni della Quaresima e della Settimana Santa a Molfetta.
Inoltre i nostri confratelli, Damiano Capurso e Maurizio Scardigno, accompagnati dal Maestro Antonio Magarelli, canteranno alcuni brani del Settenario alla Addolorata, tra cui naturalmente "L' Amaro Pianto".


Ancora un grazie a tutti i nostri amici di Sessa Aurunca, attraverso la bellissima immagine del Purgatorio illuminato.


Per maggiori informazioni sull' arciconfraternita del SS. Crocifisso e monte dei Morti di Sessa Aurunca, cliccare su
* Testo di Franco Stanzione.
* Reportage fotografico a cura di Foto Umberto - Molfetta.

giovedì 24 aprile 2008

21 marzo 2008 - La Processione del Venerdì Santo nelle foto di Carlo Farinola

Le foto che seguono sono scate scattate dall' amico Carlo Farinola, confratello della Morte, e soprattutto le prime sono abbastanza singolari in quanto la processione del Venerdì Santo è ripresa alle prime luci dell' alba.
Questo post vuole essere anche un mio omaggio al carissimo amico Pinuccio De Gennaro che, in quei momenti, era portatore della Sacra Immagine del Cristo Morto.
.




























* Testo di Franco Stanzione.
* Foto di Carlo Farinola.