- - - - - - - - HOME I SITO I FORUM I FACEBOOK I GUESTBOOK I LINKS I CONTATTI
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - QUESTO BLOG STA CON IL PAPA
QUESTO BLOG E CON IL PAPA
- - - - - - - - - - - - - - - - - Image and video hosting by TinyPic

Online da lunedì 29 ottobre 2007


Visualizzazioni ultima settimana

- - - - - - - - - - - - -


______________________________________________________________________

mercoledì 20 febbraio 2008

La processione dei Misteri di Trapani - 9^ parte

Gruppo 8 - GESU' DINANZI AD ERODE
Opera di Baldassare Pisciotta
Ceto dei Pescivendoli
(in passato affidato ai Mugnai, Sensali, Crivellatori di cereali e Dipendenti Comunali)

Pilato ordina che Gesù venga condotto dinanzi ad Erode. Questi lo interroga, ma il Nazareno non risponde. Uno scriba continua ad accusarlo mentre per scherno viene rivestito da un mantello e rispedito a Pilato. E' stato l'ultimo gruppo ad aggregarsi alla processione del Venerdì Santo ma è al tempo stesso il gruppo che ha avuto le più diverse gestioni nella cura.
Sembra sia stato originariamente affidato alla maestranza dei molitori (ars molitorum) anche se è stato erroneamente confuso con l'atto di concessione, il documento redatto dal dal notaio Adriano Venza, barone di Sant'Elia il 13 settembre 1782 (corda 13846 - pag.537 recto- AST Trapani) con il quale la Confraternita accordava alla maestranza il permesso di costruire una cappella nella chiesa di San Michele.
Il gruppo venne curato verso la fine dell' 800 dai sensali, cui si aggiunsero i crivellatori di cereali. Le due categorie si occuparono della cura del gruppo sino al 1949, quando a causa delle difficoltà economiche legate al periodo post-bellico ed alla crisi delle due categorie, il Comune di Trapani affidò alla cura dei dipendenti comunali l'uscita del " mistere" che dal 1955 passò ai pescivendoli. Non esiste e non è mai stato posto in essere quindi alcun atto di affidamento per il quale è oggi affidato a tale categoria.
Nel gruppo Pisciotta , attinse direttamente all'episodio narrato dai Vangeli. Sono raffigurati Gesù con un giudeo nell'atto di coprirlo con un mantello di color bianco (il colore delle vesti dei buffoni), Erode, uno scriba accusatore ed un soldato.
Ed a proposito di questo gruppo, ecco la descrizione fattane dal Canonico Fortunato Mondello nel suo libro - "La Processione del Venerdì Santo in Trapani ", nell'edizione curata da Giovanni Cammareri :" ...A differenza della preghiera nell'Orto, egli (Pisciotta n.d.a.) diede quivi a Gesù Cristo un'aria di serenità e di fermezza, capace ad annunziare la sua calma interiore. Così lasciò che tutte le sue parti del viso rimanessero nel loro stato naturale. Scolpì quel re seduto, e gl'improntò nel volto tutta l'impazienza di sua curiosità . Piegandogli il corpo un poco all'innanzi, venne a caratterizzare con quell'azione del momento, accompagnata ancora dal discorso del gesto, le sue sollecitudini, chiedendo al Redentore lo spettacolo dei prodigi.Gesù Cristo si mostra indifferente alle domande d'un re infedele, che lo invitava pel disiderio di divertirsi a sospendere, o a cambiare in di lui compiacenza corso della natura. Un ministro con aria grave e diplomatica, seduto accanto all'usurpatore della Giudea, scorgendo la bassa stima che il suo monarca avrebbe fatto del Nazareno, annunzia da cortigiano adulatore il suo disprezzo, la sua indifferenza a le sue derisioni......"
.

Foto della fine degli anni '30


Il gruppo


Gesù


Erode


Il soldato


Lo scriba accusatore


Il gruppo di notte in processione


* Testo e foto di Beppino Tartaro

Nessun commento: